Posa in opera Sopraelevati - Intec Sopraelevati

LA LIBERTA' E' DECISIVA
Specialmente nell’ambiente dove si vive o lavora. Quando la tecnologia evolve, lo fa sotto forma di collegamenti: reti informatiche, terminali video, connessioni con banche dati, telefoni e fax, impianti elettrici, idraulici e di climatizzazione.
Con i pavimenti sopraelevati InTec trovano la loro collocazione architettonica ideale: al di sotto di un sistema di pavimentazione tecnica sopraelevata composto da elementi modulari. Così gli allacciamenti sono rapidi e facilmente modificabili senza interventi murari. Il progettista può creare su misura lo spazio-ambiente senza vincoli. Così la libertà significa flessibilità.

INFO al  388.8515857   || PER PREVENTIVI  scrivere a info@intec-sopraelevati.com  ||  PER CATALOGHI  scrivere a cataloghi@intec-sopraelevati.com
Innovazione Tecnologica
Proponiamo due innovativi sistemi esclusivi:
GRENN , il primo pavimento sopraelevato per esterni, con finiture ceramiche e MONOTEC, sistema per interni che, grazie alla tecnologia del pannello bi-monolitico, vanta elevati requisiti tra cui la resistenza all'acqua.
InTec
INFO al  388.8515857   || PER PREVENTIVI  scrivere a info@intec-sopraelevati.com  ||  PER CATALOGHI  scrivere a cataloghi@intec-sopraelevati.com
LA LIBERTA' E' DECISIVA
Specialmente nell’ambiente dove si vive o lavora. Quando la tecnologia evolve, lo fa sotto forma di collegamenti: reti informatiche, terminali video, connessioni con banche dati, telefoni e fax, impianti elettrici, idraulici e di climatizzazione.
Con i pavimenti sopraelevati In.tec trovano la loro collocazione architettonica ideale: al di sotto di un sistema di pavimentazione tecnica sopraelevata composto da elementi modulari. Così gli allacciamenti sono rapidi e facilmente modificabili senza interventi murari. Il progettista può creare su misura lo spazio-ambiente senza vincoli.
Così la libertà significa flessibilità.
InTec
Vai ai contenuti
Pavimento sopraelevato
Posa in opera  

Modalità posa in opera
Dopo aver verificato quanto sopra, è possibile impostare il progetto di posa e la trama della struttura portante dei pannelli. Prima di procedere è comunque indispensabile rilevare i dislivelli del solaio, in quanto i supporti standard hanno una regolazione media in altezza di 30 mm, ma spesso i solai hanno dislivelli maggiori. Inoltre, dopo aver asportato la polvere dalla soletta, è consigliabile un trattamento antipolvere da eseguirsi con vernice inalterabile a base poliuretanica o epossidica. Questo trattamento è essenziale nel caso in cui il plenum sottopavimento sia utilizzato come canale dell’aria condizionata.  


1. Condizione preliminare per l’avvio della posa è il tracciamento di due assi ortogonali di partenza all’interno del locale, utilizzando una lignola battente
(verificare l’ortogonalità dei due assi applicando il teorema di Pitagora: la somma dei quadrati costruiti sui cateti di un triangolo rettangolo è uguale al quadrato costruito sull’ipotenusa).  






2. Successivamente si procede con il posizionamento delle colonnine secondo la maglia modulare di mm 600x600, partendo dal punto 0 (Fig. 1). Se nella ripartizione modulare si ottengono agli estremi perimetrali due tagli di pannello di misura diversa (ad esempio uno da cm 50 ed uno da cm 20) è consigliabile sommare le due misure e dividerle a metà (50+20=70/2=35)  ed è comunque sempre meglio evitare di avere porzioni di pannello troppo esigue ai lati del locale da pavimentare.



3. Terminato il montaggio della struttura, si mettono in quota le colonnine e (se previste) le traversine, con l’ausilio di autolivello o laser.

4. A questo punto si possono posare i primi pannelli in quantità sufficiente a formare una T, iniziando dalla prima fila interna sui due assi ortogonali
5. Si effettua poi un controllo della squadratura: cateto a = ml 3,60 cateto b = ml 4,80 ipotenusa c = ml 6,00
6. Si prosegue con la posa dei pannelli in progressione nelle due direzioni opposte alla T iniziale
7. Si conclude con il montaggio dei pannelli perimetrali, dopo aver eseguito i relativi tagli a misura. Nell’eventualità in cui si posi il pavimento sopraelevato senza l’utilizzo di traverse, è necessario fissare i supporti a terra con adesivo. In questo caso colonnine e pannelli vengono montati contemporaneamente e messi in quota con il livello di volta in volta. Al termine, prima di poter camminare su questo pavimento, si dovranno poi attendere circa 48 ore per consentire alla colla che fissa i supporti di asciugarsi. Infine, qualsiasi sia il tipo di pavimento sopraelevato posato, è buona norma proteggerlo con fogli di cartone o di polietilene fino a quando l’allestimento del locale non sia definitivamente concluso.


Created da ratatuia
InTec
By Latini Costantino p.iva 14741021001  
Torna ai contenuti